La mania del momento, quella delle selfie, non smette di far parlare di sé: dalla Nuova Zelanda arriva una notizia che ha dell’incredibile: troppe selfie causano la perdita della memoria.

Stando a quanto afferma la troup di ricercatori, fare troppe selfie causa la perdita della memoria perché ci si concentra più sulla foto da scattare che su quello che ci circonda, facendo così in modo da non notare i dettagli. La conseguenza? Chi si fa troppe selfie si dimentica prima dei momenti vissuti.

Le selfie hanno un duplice risvolto negativo. Per prima cosa, come già detto, danneggiano la memoria, e in secondo piano ci rovinano i panorami, i monumenti e tutto ciò che vogliamo rientri nella nostra selfie. Quando vi scattate una foto state più attenti alla vostra posa che al paesaggio o al monumento che fa sa sfondo, e mettendolo in secondo piano perdete molti dettagli.

Il team di ricercatori consiglia di lasciare, ogni tanto, smartphone e macchine fotografiche in tasca e godersi i bei momenti dal vivo. Le emozioni vere, provate dal vivo, non si possono replicare in una fotografia.

Via| Curiosone